Friday, December 29, 2006

2006 blackout net.it

98%. Se l'applichiamo a 365 giorni, ci dà una settimana come massimo per stare offline ed entrare in uno standard di qualità di 8 anni fa.

Nel 2006 abbiamo avuto problemi di connessione (congestione eccessiva) + problemi di gestione + problemi di hosting + problemi di dns = 42 giorni di blackout su un totale di 365 giorni, quello che ci dà un 88% di usability della rete per quest’anno.

Questo conto non è una statistica; è sola esperienza personale.

Com’è di dominio pubblico la rete Italia ha avuto alcune complicazioni, noi siamo stati sfasati circa 60 giorni rispetto alla grand’onda di lamenti e abbiamo sofferto tutti i problemi che raggiunsero dominio pubblico o semi-pubblico posteriormente.

Il lato positivo è che ci converrebbe fare predizioni sul futuro della rete italiana in funzione delle nostre sventure e venderli.

Il lato negativo è che la rete italiana nel 2006 ha funzionato come la m*rd* e nessuno "di quelli che contano” ha detto niente di convincente per spiegare questa lontananza da una qualità accettabile( una volta qualcuno disse "un insieme d’indizi può essere considerato una prova").

La rete italiana ha bisogno di multipli operatori, è qualcosa che cade di maturo, di regole chiare, dello Stato che tutele e stimoli la concorrenza.

In definitiva, grandi guadagni delle telco, esigue prestazioni per gli utenti.

Un'equazione che sicuramente al 98% degli italiani non ci quadra.

Visualisation du trafic Internet en 1998, en milliards de bytes. La gamme de volume de trafic va du pourpre (les bytes zéro) au blanc (100 milliards de bytes).
© Martin Dodge, 2004.

No comments: