Thursday, February 15, 2007

Google master plan?


Questo video è parte di una tessi di laurea di due studenti della University of Applied Sciences Ulm, Germany, Ozan Halici and Jürgen Mayer.

Un paio di giorni fa ho visto un altro video molto interessante su questo tema. Le ipotesi di questi video fanno riflettere su i pericoli che comporta avere tutta questa informazione nelle mani sbagliate (per gli autori, Google).

Nel video si parla di Ad Sense come la scusa per raccogliere informazione sugli utenti. Per me il sistema funziona ed è fantastico; pubblicità mirata secondo i miei interessi, mi risparmia un sacco di tempo e mi da la possibilità di fare migliore scelte. Questo fu da 1999 il cavallo di battaglia di molti promotori di queste idee.

Con il passar degli anni questa massiccia quantità d'informazione condivisa online sembrerebbe più vicina a quello che la energia atomica rappresenta oggi nel campo delle risorse energetiche: alcuni fantastici benefici con un sacco di problemi che non sono per niente indifferenti.

Se è vero che per il 2030 se riuscirebbe a fare la fusione nucleare ITER (che in origine significava International Thermonuclear Experimental Reactor, ed in seguito è stato usato con il significato originale latino, cammino) avremo energia pulita per tutti (speriamo) , e il pericoloso percorso che quella rappresenta svanirà davanti a tale formidabile soluzione, che metterebbe fine per sempre alla crisi energetica (2004: riserve/produzioni di petrolio eguale a 40,5 anni, via Stadistical Review of World Energy, June 2005) .

In prossimità di un percorso pericoloso nel uso della informazione personale come nelle predizioni di questo video, speriamo di riuscire a trovare una soluzione equivalente al nostro incubo della perdita della privacy.

Ma credo anche che un Chernobyl 2.0 ci sarà.

E dopo, un giorno, arriverà a Internet una formula come la fusione.

Buon San Valentino...


1 comment:

Morgan said...

Viva l'ottimismo insomma!