Friday, March 16, 2007

RItalia e il Crowd Clout

Ritalia è in sintonia con le tendenze.

Come una tendenza, Crowd Clout è ancora un'altra manifestazione del “Potere del Consumatore”.
C'è definitivamente una sovrapposizione con la “Transparency Tiranny”: dopo i prezzi, opinioni e raccomandazioni, anche le intenzioni d’acquisto un giorno diventeranno trasparenti.

Da un punto di vista commerciale, la potenzialità di modello d’affari molto sconvolgenti che la Crowd Clout moltiplicherà, dovrebbe essere la delizia d’ogni imprenditore e marketer (secondo Trendwatching.com).

Questo non è nuovo, ma lo che è nuovo è l’interazione con la comunità on-line.

Sia attraverso il brokerage d’intenzione di compra in favore d’individui, raggruppando queste intenzioni per negoziare sconti, sia coordinando gruppi di consumatori per finanziare prodotti e servizi che altrimenti non sarebbero fattibili, non ci sarà un solo prodotto o categoria di servizio che non trarrebbe profitto da un progetto di Crowd Clout.

Sotto quest’ottica credo che un modello del genere sarebbe compatibile con RItaliaCamp. Trattare l’aspetto economico di Ritalia in modo di generare anche un business plan, cercando soluzioni per la realizzazione e sostenibilità del progetto a medio e lungo termine.

Detto questo, sin molte pretese ho fatto un parallelismo con un modello Crowd Clout come un intento di mettere in discussione la possibilità di trovare un modello di affari sostenibile nel tempo, senza dipendere della volontà politica di appoggiare il progetto. Ma tutto modello d’affari ha l’obbligo di essere totalmente trasparente.

Fase 1:
La comunità spedisce le idee e le discute nel RItaliaCamp, affina i concetti e vota per i migliori.

Fase 2:
Le migliori idee e le loro specificazioni sono definite congiuntamente con i gruppi di Ritalia e i soci tecnici.
Angel investors cominciano a finanziare lo sviluppo del progetto.

Fase 3:
Il primo prototipo è testato e raffinato dalla comunità RItaliaCamp.

Fase 4:
I turisti/utenti acquistano servizi /prodotti grazie a RItaliaCamp.
La comunità Ritalia si prende cura dell’appoggio di servizi/prodotti.

Per quanto riguarda al brainstorming delle diverse task force, sarebbe interessante abilitare un sistema online che permettesse alla gente di partecipare nell’elezione delle migliori idee (CUSTOMER-MADE, ITALIAN GLOBAL BRAIN).

Ho trovato ChipIn e mi è sembrata una buon’idea per appoggiare l’evento. Se volete potete contribuire. Mi riprometto di girare il denaro raccolto a RItaliaCamp prima dell’evento.
Speriamo di raccoglierne abbastanza, al meno per l’aperitivo dei ragazzi.(il miglior sistema è la sua trasparenza, tutti sapete quanto si raccoglie, sapete chi sono io e perciò potete rintracciarmi).
L’importo della raccolta è il 0,01% del costo totale di Italia.it.




3 comments:

Sid said...

Ho visto il messaggio in mybloglog... condivido il ragionamento al 100% e promuovo l' iniziativa (e magari ci metto anche due euro) ;)
a presto

Maurizio Goetz said...

Le tue considerazioni mi sembrano molto valide ed interessanti.

fdc said...

grazie per i commenti positivi. :)