Tuesday, June 19, 2007

Il libro costruttivista

Una esibizione del Moma datata 2002 dedicata all'avanguardia russa e il costruttivismo russo.

Dopo una generosa donazione di 1.100 libri e 100 opere russe fatta dalla Judith Rothschild Foundation, il museo ha messo insieme una selezione di 300 esemplari di libri sotto il titolo: The Russian Avant-Garde Book 1910-1934. L'obbietivo era di mettere in risalto l'importanza del libro come mezzo in questo periodo d'innovazione artistica, libertà creativa e ottimismo.

La mostra (e anche il website) si divide in tre parti:

- A Slap in the Face of Public Taste, sul fermento creativo dei primi anni del ventesimo secolo, che rivoluzionò le convenzioni del passato.


Copertina di Vladimir Burliuk

Copertina collage di Naum Granovskii

- Transform the World!, che dimostra l'ottimismo che seguì la rivoluzione de 1917, quando gli artisti credevano che avrebbero avuto un ruolo attivo nella creazione della nuova società.

Design tipografico di El Lissitzky

- Building Socialism: la tappa finale, dove le idea dell'avanguardia furono poste al servizio del governo. Questo periodo finisce in 1934, quando Stalin decide che il realismo socialista è l'unico stile artistico possibile.

Illustrazione di Takov Chernikhov

Ci sono delle opere che sicuramente non si vedono spesso nei libri più conosciuti dedicati alla storia del arte o del costruttivismo russo. Bellissime opere che ci ricordano anche l'incanto della ricerca, la sperimentazione, dove lavorare con mezzi esigui non significa essere limitato in assoluto.

Un commento a parte per il website, con un eccellente uso di Flash (se lo navigate, forse qualche piccolo errore lo trovate), una navigazione ben pensata, chiara e semplice, e un bel lavoro nell'uso del spazio disponibile.

No comments: